• “Le donazioni non sono sparite. Tutto impiegato per ricostruzione secondo la legge”

    Le donazioni provenienti dall’utilizzo dell’sms solidale per sostenere i territori colpiti dal sisma dello scorso anno non sono affatto sparite.

    Voglio ribadire quanto già chiarito da Protezione civile e dall’ufficio speciale per la ricostruzione della Regione Lazio.

    Le donazioni raccolte, secondo quanto disposto dal decreto legge 189 convertito dalla legge 229 del 2016, si trovano nella contabilità speciale del Commissario straordinario alla ricostruzione che li ha destinati, sulla base delle Indicazioni del comitato dei Garanti, a quei progetti approvati nella seduta del 17 luglio scorso dallo stesso Comitato, il cui dettaglio e’ disponibile al seguente link http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_new.wp?contentId=NEW64920.

    Tutte le istituzioni coinvolte, le Regioni come i Comuni, hanno aderito positivamente alle proposte che sono state presentate. Le scelte di ripartizione delle opere sono state assunte con il consenso del Comitato dei Sindaci dove sono rappresentate tutte le amministrazioni dell’area del cratere.

    Tutte le opere pubbliche e private, i luoghi di culto e le attivita’ produttive le prime e seconde case saranno ricostruite con una copertura del 100% delle spese.

    Lo afferma il Commissario Straordinario per la ricostruzione del terremoto del Centro Italia Paola De Micheli.

    Ogni polemica o strumentalizzazione – aggiunge – al riguardo non aiuta in alcun modo la ricostruzione e rischia di creare un clima sfavorevole alla ripartenza dei territori colpiti dal sisma.