• UN PIANO PER RICOSTRUIRE LE CASERME DEI CARABINIERI DANNEGGIATE DAL TERREMOTO

    Abbiamo definito il piano di intervento per la ricostruzione e riparazione delle caserme dei carabinieri dell’Italia centrale, danneggiate dal terremoto.

    Lo prevede il protocollo d’intesa che ho firmato il 20 dicembre con il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, generale Tullio Del Sette e il direttore dell’Agenzia del Demanio, Roberto Reggi.

    L’obiettivo è quello di avviare al più presto l’apertura dei cantieri e assicurare la piena funzionalità di strutture fondamentali dello Stato, a tutela della sicurezza delle comunità locali e del rispetto della legalità.

    Grazie al protocollo siglato avviamo un percorso virtuoso di collaborazione tra le istituzioni per garantire la normale attività dei carabinieri sul territorio, presidio avanzato di sicurezza ed uno dei segni tangibili di presenza dello Stato.

    Nei prossimi giorni vedrà la luce l’ordinanza conseguente al protocollo, attraverso la quale il Demanio potrà attivare le procedure per la ricostruzione delle caserme.

    Paola De Micheli

     


    In particolare, verranno ricostruite le stazioni dei carabinieri distrutte dal sisma nei comuni delle 4 regioni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Previsti, inoltre, interventi di ristrutturazione e adeguamento sismico per sedi e strutture territoriali dell’Arma con danni lievi.

    Gli interventi verranno inseriti nel nuovo piano delle Opere pubbliche da approvare con ordinanza della Commissaria straordinaria del Governo che ne definisce anche le modalità di finanziamento statale.

    Il protocollo prevede l’acquisizione a titolo gratuito da parte dell’Agenzia del Demanio delle aree dove verranno edificate le nuove strutture dell’Arma. L’Agenzia del Demanio, inoltre, si impegna a svolgere le funzioni di stazione appaltante. Per la concessione dei contributi è prevista l’approvazione dei singoli progetti da parte della Struttura commissariale.

  • IL NUOVO STABILIMENTO TOD’S AD ARQUATA, DE MICHELI: “SIA IL PRIMO DI UNA LUNGA SERIE DI INVESTIMENTI”

    “Spero che lo stabilimento Tod’s ad Arquata del Tronto sia il primo di una lunga serie di investimenti privati che si insediano nel cratere del terremoto, perchè il segnale importante è il lavoro”

    Sono le parole del Commissario alla ricostruzione Paola De Micheli, durante l’inaugurazione del nuovo stabilimento voluto da Diego Della Valle a cui ha partecipato il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

    “Noi stiamo cercando di accompagnare tutte le proposte – ha aggiunto – che ci sono pervenute per realizzare progetti di sviluppo.

    Ho appena convocato il primo tavolo sullo sviluppo economico del cratere con gli assessori competenti di Marche, Abruzzo, Lazio e Umbria proprio per riuscire a garantire a tutti i territori colpiti una prospettiva di rinascita economica”.

  • UN CONCERTO SPECIALE ALLA CAMERA CON GLI ALLIEVI DEL CONSERVATORIO “BRAGA” DI TERAMO

    Per ritrovarsi le persone hanno bisogno di luoghi e occasioni di incontro, una di queste è la musica.

    Alla Camera dei Deputati un concerto speciale dell’orchestra sinfonica del Conservatorio Statale di Musica “Gaetano Braga” di Teramo.

    La sua ricostruzione dopo il terremoto del 2016 sarà inserita nel piano delle opere pubbliche da oltre un miliardo di euro che approveremo entro Natale.

    Paola De Micheli

  • MEDAGLIA D’ORO AL VALOR CIVILE ALLA PROTEZIONE CIVILE “RICONOSCIMENTO A CHI OPERA NELL’EMERGENZA”

    La nostra Protezione Civile insignita della Medaglia d’Oro al Valor civile dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

    Un riconoscimento che rende onore a tutte le donne e a tutti gli uomini che operano con grande professionalità e sacrificio nell’emergenza.

    Paola De Micheli

  • A PARMA L’OSPEDALE E’ PIU’ “VERDE”, DE MICHELI: “PROGETTO PER LA COMUNITA'”

    E’ stata inaugurata la nuova Centrale di Trigenerazione realizzata da Siram nell’ottica dell’efficienza, del risparmio energetica, dell’eccellenza dei servizi e del comfort per gli utenti dell’Ospedale di Parma.

    Un impianto innovativo che consente di ottenere energia secondo un ciclo produttivo più efficiente ed a basso impatto ambientale, con un significativo innalzamento del livello di qualità dei servizi.

    Al taglio del nastro che ha sancito simbolicamente l’avvio della nuovo impianto tecnologico dell’Ospedale Maggiore di Parma ha partecipato anche la Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Paola De Micheli.

    “Questi investimenti di tipo tecnologico – precisa Paola De Micheli, sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – consentono di migliorare la qualità ambientale e anche di risparmiare risorse. E risparmiare non è banale perché il core business della sanità sono le persone e la loro cura.

    Non è da tutti nella pubblica amministrazione capire quanto è importante innovare e avere una visione di lungo termine, per questo sono grata alla mia Regione e all’azienda ospedaliera di Parma per aver realizzato questo progetto”.

    PER LA FOTOGALLERY VAI QUI

  • “AL LAVORO PER COORDINARE LO SVILUPPO ECONOMICO DELLE REGIONI COLPITE DAL SISMA”

    “Coordinare i progetti di sviluppo economico delle aree colpite dal terremoto in Centro Italia”. Sarà convocato entro Natale un gruppo di lavoro con i Presidenti delle Regioni Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria per dare impulso alla rinascita produttiva e turistica di quei territori.

    Ad annunciarlo il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e Commissario alla ricostruzione, Paola De Micheli, nel corso un incontro con la Fondazione Aristide Merloni e il Censis, oggi 28 novembre, a Roma.

    “Ho chiesto ai Presidenti di Regione – ha spiegato De Micheli – di coordinarci su tutti i progetti di sviluppo economico, agricoltura, agroalimentare, turismo. Il tavolo parte come nucleo istituzionale e poi in un secondo tempo si allarghera’ anche ai soggetti privati”, per mettere a fattore comune le idee che vengono anche dal mondo privato.

    “Per il momento” il tavolo sara coordinato dal commissario. Tra le altre iniziative, ha aggiunto De Micheli, “questa settimana la Camera approva il Decreto 148, dove ci sono le norme sulla ricostruzione pubblica“.

    “Alla Camera inoltre facciamo una norma che rimette a punto le zone franche urbane nella legge di bilancio. E da qui a Natale – ha aggiunto – faro’ tutte le ordinanze di attuazione delle norme di ricostruzione privata, ricostruzione pubblica e i decreti attuativi sulla parte di sviluppo economico”.

  • CONSERVATORIO “NICOLINI” DI PIACENZA, PAOLA DE MICHELI INAUGURA LA NUOVA ALA RISTRUTTURATA

    Nella mattinata di sabato 18 novembre è stata inaugurata la nuova ala del Conservatorio “Nicolini” di Piacenza, chiusa da sei anni e ristrutturata con il contributo del Miur e della Fondazione di Piacenza e Vigevano.

    Risorse economiche arrivate a Piacenza grazie al lavoro svolto dal Sottosegretario Paola De Micheli nella sua veste di parlamentare.

    “Dopo tante fatiche condivise siamo riusciti come città a riappropriarci questo pezzo importante della nostra storia – ha detto Paola De Micheli in occasione del taglio del nastro – e ad offrire ai giovani che vogliono intraprendere questo percorso di alta formazione universitaria dei locali all’altezza dell’insegnamento del Conservatorio.

    Nei progetti che abbiamo decisi di sostenere c’è l’obiettivo della qualità per la nostra città. Noi non siamo una grande città metropolitana che può giocarsi il futuro sui grandi numeri, Piacenza può giocarsi il futuro puntando sulla qualità di tutti i suoi segmenti vincenti; prima si ricordavano i temi della musica e della cultura, credo che investire su questi ambiti sia un obiettivo da perseguire con insistenza e determinazione.

    Ci sono sempre discussioni che accompagnano l’avvio di queste opere, ma quando si arriva all’ultimo giorno, all’inaugurazione di un’opera fatta, un pezzo della città restituita alle giovani generazioni sono tutti contenti.

    Ma nel percorso serve tanta determinazione con la volontà talvolta di imporre ai decisori politici e istituzionali una visione della città del futuro.

    Troppo presi dalla quotidianità infatti dimentichiamo che le nostre azioni dovranno lasciare un segno per le generazioni future. Vorrei che la giornata di oggi diventasse un auspicio, indicando un metodo da perseguire per il bene di Piacenza e dei piacentini”.

  • CON RENZI A PIACENZA PER VISITARE IL TECNOPOLO

    Tappa a Piacenza per il treno del Partito Democratico “Destinazione Italia”. Il segretario Matteo Renzi ha visitato al Tecnopolo accompagnato dal Sottosegretario all’Economia Paola De Micheli.

    Il Tecnopolo è una sede di ricerca d’eccellenza nazionale in cui operano diverse realtà: il Centro Rse (Centro di ricerca sul sistema energetico), il laboratorio delle macchine utensili Musp e Inlab srl, incubatore certificato per start up innovative.

  • IN UMBRIA E NELLE MARCHE COL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA MATTARELLA

    Non è stata una visita formale quella del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nelle zone terremotate dell’Umbria e delle Marche, ma l’occasione per incontrare tanti cittadini e amministratori di Cascia, Pieve Torina, Castelsantangelo sul Nera e Visso. Lo Stato è vicino alle popolazioni colpite dal sisma del 2016 anche coi gesti semplici e le parole importanti del Capo dello Stato.

  • A MONTEGALLO, “ORGOGLIOSA DELLA SOLIDARIETA’ PUBBLICA E PRIVATA”

    Sono orgogliosa di come la mia Regione, l’Emilia Romagna, sia riuscita a conciliare la solidarietà istituzionale e quella privata per le popolazioni colpite dal terremoto, come nel caso di Montegallo. Perché anche la generosità dei privati per essere efficace va organizzata e indirizzata in maniera trasparente”.

    Il commissario straordinario per la ricostruzione del terremoto del Centro Italia Paola De Micheli, domenica 5 novembre ha partecipato a Montegallo (Ascoli Piceno) all’inaugurazione della “Cittadella della solidarietà”, realizzata grazie a contributi pubblici e privati coordinati da una onlus della provincia di Modena.

    “Oggi sono trascorsi 54 giorni dalla nomina di commissario straordinario del terremoto – ha aggiunto – e mi rendo conto che dobbiamo comunicare meglio ai cittadini la grande mole di norme che abbiamo prodotto, comprese tutte le agevolazioni che non conoscono e quei diritti che talvolta non sanno esercitare. Il lavoro al servizio delle popolazioni terremotate non conosce pause e all’inizio della prossima settimana depositerò in Senato nuove norme per ridurre ulteriormente la burocrazia”.